Eilat – una pausa sul Mar Rosso in Israele


Israele / sabato, Novembre 30th, 2019

Forse non tutti sanno che anche Israele ha un piccolo e suggestivo affaccio sul Mar Rosso: Eilat. Mentre siete in spiaggia, se guardate sulla vostra destra vedrete l’Egitto, mentre dall’altro lato la costa della Giordania ad Aqaba. Incredibile vero?

Ecco l’itinerario del nostro viaggio in Israele.

Perché andare ad Eilat sul Mar Rosso

La risposta non può che essere: il mare. Ebbene si, la località di Eilat non la si può di certo definire ‘pittoresca’. E moderna e piena di hotel e con una vasta scelta di ristoranti neanche troppo economici. Ha una bella zona pedonale con giostre e attività per tutte le età.

A pochi chilometri dal centro, si può partecipare a ‘cammellate’ e ad escursioni nella zona desertica di Israele.

Molte agenzie organizzano anche escursioni in giornata o di più giorni in Giordania. Il confine all’altezza di Aqaba è vicinissimo e può essere anche raggiunto il taxi. Partendo da Eilat potete anche organizzarvi in autonomia (risparmiando parecchio) e raggiungere Petra.

La vera attrattiva di Eilat è ovviamente il Mar Rosso nel quale ci si può rilassare, fare snorkeling oppure partecipare ad immersioni subacquee. Ci sono molti diving center specializzati lungo la costa e si può noleggiare tutto il necessario.

Eilat - mar Rosso
Eilat – mar Rosso ph. @poshbackpackers

Differentemente dal limitrofo mar Rosso egiziano, è una zona che può essere tranquillamente visitata in autonomia, con l’auto a noleggio ed alloggiando anche in appartamento.

Dolphin reef Eilat

A pochi chilometri da Eilat lungo la costa, una si trova il dolphin reef, una riserva naturale per delfini. I delfini vivono in mare e sono liberi di uscire dalla zona protetta ma amano stare a contatto con l’uomo.

Eilat - mar Rosso
Eilat – mar Rosso ph. @poshbackpackers

Oltre ai delfini, sarete circondati da gatti, pavoni e cagnolini. I delfini amano molto giocare con i cani che li rincorrono dalla pedana posta in mare.

Qui c’è una piccola spiaggetta, un ristorante ed un bar dove rilassarsi. Si può partecipare anche ad attività acquatiche come delle brevi immersioni e delle sessioni di snorkeling, con la speranza che si avvicini qualche delfino.

Dolphin reef - Eilat
Dolphin reef ph. @poshbackpackers

Coral beach

A pochi chilometri dal Dolphin reef si trova la riserva naturale di Coral beach. L’accesso alla riserva è a pagamento ed è inclusa nel Israel Pass (un biglietto cumulativo molto conveniente che vi permette di visitare 3/6/illimitati parchi nazionali in 14 giorni).

Questo è uno di quei momenti in cui ho rimpianto di non avere una macchina fotografica da utilizzare sott’acqua. E’ stata la mia prima esperienza nel mar Rosso e sono rimasta davvero impressionata dai colori e dall’abbondanza di pesci 🙂

Coral beach Eilat
Coral beach ph. @poshbackpackers

Come raggiungere Eilat, sul Mar Rosso

Bus

Noi abbiamo raggiunto Eilat partendo da Tel Aviv con un bus della linea Egged, la più utilizzata autolinea nazionale. I bus partono dalla Central Station di Tel Aviv, sono comodi e con wifi a bordo. Il tragitto dura tra le 4 ore e mezza e le 5 ore e sono previste delle soste per mangiare ed utilizzare la toilette.

Non stupitevi se accanto a voi sul bus ci sarà un ragazzo o una ragazza con un mitra. E’ una cosa a cui non è facile approcciarsi, però dopo qualche giorno in Israele ci si fa quasi l’abitudine. Il servizio militare israeliano dura 2 o 3 anni e coinvolge sia uomini che donne (e ci sono anche dei richiami periodici dopo il periodo

Auto

Avere l’auto per muoversi ad Eilat sicuramente può agevolare gli spostamenti. Guidare in Israele è semplice e le strade sono ben manutenute e ben segnalate. Bisogna però ricordare che la guida è a sinistra, ovvero dal lato britannico.

Noi abbiamo raggiunto Eilat con il bus e poi abbiamo noleggiato l’auto dalla ditta israeliana Eldan.

Aereo

Se volete raggiungere Eilat in aereo, potete volare sull’aeroporto Eilat-Ramon con frequenti voli da Tel Aviv. Ci sono inoltre diverse compagnie aeree che effettuano voli diretti dall’Europa.

Ryanair ha appena messo in vendita un volo diretto per Eilat da Milano Bergamo.


Altri articoli su Israele:

Seguimi anche su instagram @posh_backpackers

Condividi l'articolo se ti è piaciuto:

20 Commenti a “Eilat – una pausa sul Mar Rosso in Israele”

  1. sono stata spesso in Mar Rosso in Egitto ma ultimamente il turismo è diventato molto “maleducato” oltre che pericoloso da quelle parti. dalle foto il posto mi sembra bellissimo e anche poco affollato. Il fondale è bello anche a Eilat?

  2. Come posizione è davvero perfetta. Comoda per il mare con il fondale cristallino e comoda per andare a vedere Petra. Non la conoscevo e ho appuntato i tuoi consigli. Potrebbero essermi utili presto spero!

  3. Avevamo visto un’offerta interessante per Eilat e ci ha stuzzicato parecchio (anche vista la vicinanza con la Giordania). Ryanair ha appena messo a disposizione un volo diretto da Milano Bergamo!

    1. Ma che bello questo volo diretto! Direi che non è affatto male e secondo me si riesce a fare un po di mare e un salto a Petra (controlla il Jordan Pass che comprende anche il visto se vi fermate in Giordania almeno 3gg).

    1. Quella del volo da Bergamo e proprio una novità. Ho aggiornato l’articolo in seguito al commento di Cécile che mi informato di questo nuovo collegamento.

  4. Abito a due passi dall’aeroporto di Orio al Serio e tengo sotto stretto controllo tutte le mete “papabili”. Appena la situazione in Israele si stabilizza, ho intenzione di farci un pensierino serio.

    1. Potrebbe passare molto molto tempo prima che si stabilizzi. Io ci sono stata lo scorso anno, ma non ci mi sono sentita in pericolo…cioè forse un pochino a Tel Aviv, ma altrove no.

  5. Essendo cara come indichi non credo farà parte delle mie mete nel futuro, la riserva Coral beach e il Dolphin reef però sono davvero delle esperienze e delle emozioni uniche. Peccato per la macchina fotografica subacquea che non avevi per imprimere tutti quei colori del fondale dle Mar Rosso

    1. Si, però il momento è abbastanza cara come meta. Anche se ad Eilat ho pagato meno che a Tel Aviv per alloggiare – la capitale è mostruosamente cara.

  6. Tra pochi giorni sarà la nostra prima volta sul Mar Rosso, ad Aqaba, le tue foto promettono bene! Sono già stata in Israele invece per Natale, secondo me è davvero un ottimo periodo per visitare questo paese.

  7. Sono stata in Israele a fine 2017 ed il mio viaggio è iniziato proprio ad Eilat. In realtà non ho apprezzato molto la località, a causa dei numerosi hotel fronte mare e perché le spiagge non erano molto pulite (c’erano un sacco di mozziconi di sigarette). In ogni caso si è rivelata adatta per fare delle escursioni nel deserto ed in particolare nel Red Canyon e al Timna Park. Purtroppo dicembre non era abbastanza caldo per entrare in mare, ma ho potuto dare un un’occhiata ai meravigliosi fondali dall’Underwater world. Avrei tanto voluto entrare anche io in acqua!

    1. Per me il mare a dicembre era caldissimo ad Eilat 🙂 Ma forse io non faccio testo, dato che ho fatto il bagno anche a Lanzarote a dicembre e li si che l’oceano era freddo.
      Mozziconi in spiaggia non ne ho visti, magari dipende dalle spiagge.

  8. Sono stata per la prima volta in Israele lo scorso autunno, ma è stata una vacanza molto breve tra Tel Aviv e Gerusalemme. Il poco che ho visto mi è piaciuto moltissimo, al punto che spero di poter tornare presto in questo paese. Eilat sarebbe sicuramente un posto che vorrei vedere, magari partendo da Tel Aviv. Tra l’altro anche per andare a Gerusalemme abbiamo usato il bus delle Egged e ci siamo trovati benissimo.

    1. Si, ci si muove tranquillamente in autonomia sia con bus che con auto a noleggio. Ti consiglierei Eilat soprattutto in inverno, ideale per passare qualche giornata con sole e mare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.