Due settimane in Vietnam, terra di riso e sorriso


Asia, Backpacking, Itinerari, Vietnam / mercoledì, Febbraio 5th, 2020

Sono passasti diversi anni e, non so perché, ho tardato cosi tanto a raccontare le due settimane in Vietnam passate durante il nostro viaggio di nozze in Sud Est Asiatico.

Il viaggio, interamente organizzato da me, ci ha portato in Malesia, Vietnam e in Cambogia.

Il nostro viaggio di nozze in Vietnam

Penso che nessuna nazione visitata mi abbia trasmesso quello che mi ha trasmesso il Vietnam. La bellezza dei paesaggi, la gentilezza delle persone, il caos delle città.

due settimane in Vietnam Hanoi @posh_backpackers
Hanoi @posh_backpackers

L’itinerario dei 13gg è stato:

  • Hanoi 2 giorni
  • Halong Bay 2 giorni
  • Hanoi 1 giorno
  • Hoi An 2 giorni
  • Hue 2 giorni
  • Ho Chi Minh e la zona del delta del Mekong 3 giorni (+ trasferimento verso la Cambogia)

Tappa 1 – Hanoi

Hanoi è una città caotica, estremamente vitale, o la ami o la odi. E noi l’abbiamo amata, cosi tanto che ci tornerei anche domani.

Hanoi @posh_backpackers due settimane in Vietnam
Hanoi @posh_backpackers

Le strade di Hanoi la mattina sono piene di mercati che la sera vengono rimpiazzati con bancarelle di cibo e birra. Locali e turisti siedono assieme sulle minuscole sedioline di plastica al bordo della strada per assaggiare zuppe e ravioli, accompagnate dalla birra più economica che abbia mai bevuto (0,20 euro a bicchiere).

 Hanoi street food @posh_backpackers
Hanoi street food @posh_backpackers

I piatti vengono lavati nelle bacinelle per strada…e ringrazio ancora oggi i miei anticorpi per avermi fatto vivere quest’esperienza senza problemi.

L’unica accortezza che abbiamo avuto è stata quella di non bere acqua non imbottigliata e non farci mettere il ghiaccio nelle bevande. Ma bevendo la buonissima birra locale il problema ghiaccio è sorpassato.

 Hanoi street food @posh_backpackers
Hanoi street food @posh_backpackers

I motorini sono ovunque, e soprattutto vengono da tutti i lati. Impariamo che per attraversare la strada bisogna buttarsi e non fermarsi, i motorini ti gireranno intorno (si spera).

  Hanoi @posh_backpackers
Hanoi @posh_backpackers

Tappa 2 -Halong bay

Dopo 6 ore di minibus, ci ritroviamo a bordo della carinissima barca che ci ospiterà per la mini-crociera di 3 giorni e 2 notti. (mi dicono che negli ultimi anni la strada sia molto migliorata).

La nostra cabina a bordo  halong bay
due settimane in Vietnam
La nostra cabina a bordo @posh_backpackers

Il racconto più completo lo trovate qui: Crociera a Halong bay

Halong bay @posh_backpackers
Halong bay @posh_backpackers

Le giornate trascorrono con i nostri compagni di viaggio tra uscite in kayak, visite agli isolotti, tuffi e serate gradevoli con cene meravigliose.

Halong bay @posh_backpackers
Halong bay @posh_backpackers

Tappa 3 – Hoi An

Dopo il caos di Hanoi, Hoi An sembra un paradiso. Si cammina tranquilli nelle viuzze del centro storico, tra mercatini artigianali, botteghe di sarti, templi e lanterne.

Hoi an @posh_backpackers
Hoi an @posh_backpackers
Hoi an @posh_backpackers
Hoi an @posh_backpackers

Approfittiamo di questa tappa per fare un’affascinante escursione guidata in bici nelle campagne circostanti. Le ragazze che ci guidano sono meravigliose e ci raccontano tanto sulla vita locale e le loro tradizioni.

Hoi an @posh_backpackers
Hoi an @posh_backpackers

Tappa 4 – Hue

Dopo la breve pausa dal caos andiamo a Hue, famosa per le tombe imperiali e per la sua stupenda (ma abbastanza mal tenuta ) cittadella.

La nostra camera Hue @posh_backpackers
La nostra camera Hue @posh_backpackers

Per visitare le imponenti tombe utilizziamo un tour guidato in autobus, dato che sono fuori dal centro città e l’alternativa sarebbe andarci in moto e visto come guidano lo eviterei assolutamente.

Cittadella Hue @posh_backpackers
Cittadella Hue @posh_backpackers
Cittadella Hue @posh_backpackers
Cittadella Hue @posh_backpackers

Tappa 5 – Ho Chi Minh e la zona del delta del Mekong

Ho Chi Minh è la città che mi è rimasta meno impressa. D’altronde è quella in cui trascorriamo meno tempo…e poi dopo essere stati a Hanoi e Hoian mi sembra meno ‘pazzesca’.

Museo della guerra del Vietnam @posh_backpackers
Museo della guerra del Vietnam @posh_backpackers
Museo della guerra del Vietnam @posh_backpackers
Museo della guerra del Vietnam @posh_backpackers

Un must è sicuramente il museo della guerra del Vietnam con un’interessante mostra di veicoli da guerra americani: aerei, carri armati ed elicotteri. Al piano terra una sezione è dedicata alle manifestazioni contro la guerra svolte in tutto il globo. Al primo piano invece non sono voluta salire – la mostra illustra i danni della guerra e soprattutto del famoso ‘agent orange’ (ho visto molti scendere in lacrime).

Mekong delta Vietnam @posh_backpackers
Mekong delta Vietnam @posh_backpackers

Si prosegue poi per i paesi del delta del Mekong – per visitarli ho prenotato una guida ed un’autista locale. L’esperienza non è stata particolarmente bella – la guida molto superficiale e con poca esperienza. Col senno del poi ci tornerei organizzando tutto per conto mio e vivendo appieno questa zona.

Mercati galleggianti delta  del Mekong Vietnam @posh_backpackers
Mercati galleggianti delta del Mekong Vietnam @posh_backpackers

Due settimane in Vietnam – Trasporti

Ci siamo mossi tra le grandi città in aereo con Vietnam Airlines (Hanoi a Da Nang), Jetstar (da Da Nang a Ho Chi Minh).

Vietnam airlines @posh_backpackers
Vietnam airlines @posh_backpackers

Dal delta del Mekong (Chau Doc) ci siamo spostati in Cambogia a Phnom Pen lungo il Mekong in barca.

Sicurezza stradale Vietnam @posh_backpackers
Sicurezza stradale Vietnam @posh_backpackers

Due settimane in Vietnam – Bagagli e lavare i vestiti

Nonostante il viaggio fosse di 4 settimane, siamo riusciti a partire con solo uno zaino 40 litri a testa (e una borsetta per me). Al ritorno abbiamo comprato uno zainetto aggiuntivo per metterci i nostri acquisti.

Il mio articolo sui viaggi con lo zaino

Il mio zaino @posh_backpackers
Il mio zaino @posh_backpackers

E’ assolutamente facilissimo (ed economico) in Vietnam lavare i propri vestiti, per cui è inutile partire con enormi valige. Per 2 o 3 dollari al chilo, gli hotel e le lavanderie lavano i vostri indumenti in meno di 24 ore.

Per indicazioni sulle regole di accesso al Vietnam e documenti necessari consultate il sito Viaggiare Sicuri della Farnesina.

Leggi anche:

Condividi l'articolo se ti è piaciuto:

19 Commenti a “Due settimane in Vietnam, terra di riso e sorriso”

    1. Faccio lo stesso anche io, è da un po’ che ne parliamo io e Dario. Ci piacerebbe moltissimo andarci, sono sicura che lo faremo, mi piace l’entusiasmo con cui ne parli,ho sempre letto tante cose positive sul sud est asiatico ❤️

    1. A Hanoi era super umido. Nelle altre zone ricordo caldo, ma non eccessivo. Eravamo a luglio, praticamente stagione delle piogge ma non ha piovuto molto per nostra fortuna.

  1. Eccomi! Anch’io sono una grande fan del Vietnam. Ci sono stata qualche anno fa e ho fatto il tuo stesso itinerario. Quando qualcuno mi chiede un’impressione su questo viaggio io dico sempre che non ci sono incredibili meraviglie artistiche da vedere, ma quello che ti porti a casa è il sorriso della gente, una gamma di colori amplissima, il verde dei paesaggi e il sapore della cucina locale.

  2. Ciao Anna,

    che bello il Vietnam! Lo sogno da sempre ma per un motivo o per un altro mi risulta sempre complicato andarci. Grazie per questo itinerario, l’ho letto e mi ha fatto sognare e chissà, magari un giorno lo farò anche io 🙂

  3. Tra queste mete ho visitato solo la Cambogia ma senza dubbio mi piacerebbe il Vietnam ed anche la Malesia, tra i due non saprei cosa scegliere per prima. Anche in Cambogia ricordo il costo basso per lavare i vestiti

  4. Ho letto con molto piacere il tuo articolo perché il Vietnam è un paese che mi manca ma ancora non sento la spinta forte o la chiamata per visitarlo. Effettivamente mi blocca un po’ anche l’estensione del paese, quindi magari il tuo itinerario può essere un ottimo spunto.

    1. E’ vero che è un paese grande, ma in 2 settimane facendo gli spostamenti più ampi in aereo si vede un bel po. Se dovessi scegliere punterei sul nord e centro che sono le zone che mi hanno colpito maggiormente.

  5. Ho un posto speciale nel mio cuore per il Vietnam. Ho fatto più o meno il tuo giro circa 25 anni fa ed è stata un’esperienza unica. E’ stato il mio primo viaggio con il mio attuale marito ed è stato romantico a mille, soprattutto la zona di Ho chi Minh e il Delta del Mekong. Ci sono anche tornata e, anche se tutto è cambiato (in meglio fortunatamente) è rimasta quell’atmosfera calda (umida) e romantica di un tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.