Visitare Mont Saint Michel


Francia, Viaggi in Europa / sabato, Dicembre 14th, 2019

Da tempo in altissimo sulla bucketlist di mete che desideravo visitare: Mont Saint Michel.

Visitare Mont Saint Michel
Visitare Mont Saint Michel @posh_backpackers

Resta ad oggi uno dei luoghi più affascinanti che io abbia mai visitato, questo stupendo isolotto, ora collegato alla terraferma con un ponte, un tempo accessibile esclusivamente in presenza della bassa marea.

Dove si trova e come raggiungere Mont Saint Michel

Collocato nella regione della Normandia, questa speciale isola del canale della manica è stata recentemente collegata alla terraferma con un ponte (con non poche polemiche in merito).

Il modo migliore per visitare Mont Saint Michel è quello di raggiungere questo luogo in auto. Un tempo si parcheggiava direttamente sulla riva a pochi passi dall’isolotto.

A seguito dell’introduzione di tutele sulla zona, è stata organizzata una vasta area di parcheggio collegata con un servizio navetta (compreso nel prezzo del parcheggio). Se alloggiate in uno degli hotel che si trovano in prossimità di Mont Saint Michel vi sarà fornito un codice per accedere gratuitamente ai parcheggi.

Ecco il nostro itinerario in Normandia->3 giorni da Beauvais a Mont Saint Michel

La cattedrale di Rouen
La cattedrale di Rouen, parte del nostro itinerario in Normandia @posh_backpackers

Se non avete a disposizione un’auto, è possibile raggiungere Mont Saint Michel con la compagnia di bus Keolis da Rennes e da St. Malo.

Se partite da Parigi, potete utilizzare il TGV dalla stazione di Montparnasse  per raggiungere Rennes e poi proseguire in bus. La durata del tragitto Rennes-Mont Saint Michel è di circa un’ora e 20.

Gli aeroporti più vicini sono Nantes (2 ore e 25 di auto), Rennes (1 ora e 10 in auto e possibilità di utilizzare il servizio bus) e Paris Beauvais (4 ore in auto).

Visitare Mont Saint Michel di notte

Abbiamo avuto la fortuna di alloggiare nella zona antistante le Mont Saint Michel e ovviamente non ci siamo lasciati sfuggire l’opportunità di visitarla anche di sera.

Mont Saint Michel di notte
Mont Saint Michel di notte @posh_backpackers

Nella zona intorno al monte, l’illuminazione è ridotta davvero al minimo per rendere ancora più suggestiva la vista. Ci siamo avviati a piedi dal nostro hotel, ma dopo poco abbiamo capito che non era un’idea eccezionale data la scarsa visibilità avevo il terrore di finire in mare (è davvero davvero buio).

Abbiamo quindi fatto dietrofront ed utilizzato le navette (gratuite) che circolano anche di sera, raggiungendo cosi il monte in tutta sicurezza.

Le Mont Saint Michel di notte
Le Mont Saint Michel di notte @posh_backpackers

Una volta entrati sull’isola, abbiamo passeggiato per le stradine sotto l’abbazia che sono davvero deliziose e di sera pressoché deserte. A quest’ora le visite guidate sono andate via e si passeggia praticamente soli. Ci sono diversi posti per fermarsi a cena o a bere qualcosa – i prezzi ovviamente sono un po più alti rispetto ai ristoranti che si trovano sulla terraferma nei pressi degli hotel.

L’abbazia di Mont Saint Michel

Il biglietto per visitare l’abbazia ha un costo di 10 euro (gratuito sotto i 18 anni e riduzioni tra 18 e 25 anni). E’ possibile noleggiare un’audioguida, cosa che vi consiglio caldamente per capire i dettagli della visita.

Per informazioni su orari, chiusure e prezzi dei biglietti consultate il sito dell’Abbazia di Mont Saint Michel.

L’abbazia di Mont-Saint-Michel è patrimonio dell’UNESCO e storica meta di pellegrinaggi.

Abbazia Mont Saint Michel
Abbazia Mont Saint Michel @posh_backpackers

L’abbazia benedettina fu edificata a partire dal decimo secolo con parti nei diversi stili che si sono sovrapposte le une alle altre.

Al livello più alto si trova la chiesa abbaziale dedicata all’arcangelo Michele, la cui figura spicca dorata in cima alla chiesa.

Abbazia Mont Saint Michel @posh_backpackers
Abbazia Mont Saint Michel @posh_backpackers

Le maree di Mont Saint Michel

Come forse sapete, una delle peculiarità di questo isolotto è dettata dalle maree.

Con la bassa marea il mare è a 15km dalla costa, ma sappiate che è pericolosissimo avventurarsi perché l’alta marea arriva con una velocità altissima.

Mont Saint Michel, bassa marea
Mont Saint Michel, bassa marea – @posh_backpackers

Vi consiglio di consultare il sito del turismo della Normandia che riporta l’orario delle maree ed i dettagli.

Mont Saint Michel, bassa marea
Mont Saint Michel, bassa marea @posh_backpackers

Alloggiare – Un piccolo lusso fuori stagione

Visitando Mont Saint Michel nel mese di gennaio, abbiamo potuto trarre vantaggio della bassa stagione. Ci siamo infatti fermati a dormire proprio di fronte al Mont Saint Michel in un hotel di buon livello (ogni tanto qualche lusso ci sta!).

Una delle cose più belle è stata svegliarci, aprire le tende e vederlo li, nella sua maestosità, avvolto nella foschia fuori dalla nostra finestra.

Abbiamo alloggiato al Relais Saint Michel scegliendo una camera con vista parziale sul monte. Nonostante fosse ‘parziale’ devo dire che siamo rimasti pienamente soddisfatti.

Mont Saint Michel vista
Il nostro risveglio @posh_backpackers

Se avete a disposizione un bel budget, potete scegliere anche di alloggiare sull’isolotto del Mont Saint Michel. Io ammetto, un po per i prezzi e un po per la vista, di aver preferito l’idea di svegliarmi con la vista sul monte. Sono sicura che sarebbe comunque un’esperienza davvero da favola.

Il nostro risveglio Le mont saint michel
Il nostro risveglio @posh_backpackers

Visto il costo per la colazione dell’hotel (25 euro a testa) ci siamo accontentati di utilizzare la macchinetta Nespresso fornita in stanza per un caffè e di bere un po di succo d’arancia ed un dolcetto acquistato il giorno prima.

Condividi l'articolo se ti è piaciuto:

20 Commenti a “Visitare Mont Saint Michel”

  1. I tuoi viaggi on the road mi ispirano sempre moltissimo. Ho fatto un bel viaggio tra Bretagna e Normandia con i miei genitori da bambina e ora mi piacerebbe molto rifarlo insieme al mio fidanzato. Il fenomeno delle maree a Mont Saint Michel ricordo che mi aveva colpito parecchio 🙂 Bella la vista, anche se “parziale” sul MSM 🙂 Terrò a mente questa sistemazione

  2. Ci sono stata un paio di volte ma ti parlo di tanti anni fa, quando si parcheggiava ancora praticamente “sotto” al monte e quando vi si poteva accedere anche di sera. Non ti dico la confusione dopo il tramonto, peggio di giorno, al punto che a tratti era quasi impossibile camminare. Mi piacerebbe tornarci ora e poter alloggiare sul monte, in modo da poter passeggiare tra le stradine finalmente deserte e silenziose. Anche se sarei indecisa: meglio l’albergo sul monte o quello con la vista pazzesca che avete scelto voi? Una scelta molto difficile!

  3. Una delle mete che sogno da quando studiavo francese alle medie. Era la foto di copertina del libro di testo! Ho visto però il “cugino” St. Michael Mount in Cornovaglia. Sicuramente affascinante, ma mi piacerebbe fare un confronto!

  4. Dopo la costruzione del ponte ha perso a mio parere tuto il suo fascino. Un tempo, quando si doveva tener conto delle maree, era molto più suggestivo. L’acqua che si ritirava poi lasciava delle sabbie mobili, e un odore di oceano da rimanere storditi. Ora è diventata un altra trappola per turisti. Pullman, cavalli, carrozze… la preferivo prima. Magica e inquietante.

  5. Ho visitato questo castello da bambina e ricordo ancora oggi lo stupore nel poter camminare lì dove poche ore prima c’era l’acqua del mare, dove trovai anche tante belle conchiglie!! Poi l’arrivo dell’alta marea è stata una vera e propria magia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.