Una settimana a Cipro – Itinerario


Itinerari, Backpacking, Cipro, In auto, Viaggi in Europa / venerdì, Settembre 14th, 2018

Vi racconto brevemente il nostro itinerario a Cipro di una settimana in una delle estati più calde che abbia mai vissuto. Non ho mai sofferto il caldo, ma l’umidità e il caldo a Cipro sono state davvero una sfida.

Giorno 1  – Paphos

Atterriamo a Larnaka nel primo pomeriggio e ritiriamo l’auto a noleggio. Facciamo subito la conoscenza delle fantastiche strade di Cipro: l’autostrada che congiunge Larnaka con Paphos è davvero ottima. La guida a sinistra per noi non rappresenta un problema, avendo già fatto l’esperienza diverse volte.

Lungomare di Paphos ph. @poshbackpackers
Lungomare di Paphos ph. @poshbackpackers

Il primo impatto con Paphos non è ottimo. Il paese, a parte il lungomare, è davvero bruttino e fatto di costruzioni moderne, molte delle quali abbandonate. Fa caldo, davvero caldo, e c’è un’umidità che ti sfianca.

Passeggiamo per il paese alla ricerca di un bancomat, ceniamo e poi ci chiudiamo nell’appartamento con l’aria condizionata a palla.

Giorno 2 – Kato Paphos, spiagge ed il fresco delle colline

Iniziamo la giornata prestissimo, nel tentativo vano di sfuggire al caldo. La prima tappa della giornata sono gli scavi di Kato Paphos (ingresso 4,5 euro), sito patrimonio UNESCO.

Non credo di aver mai visto una collezione di mosaici cosi bella nella mia vita! Alcuni sono così perfetti da sembrare creati ieri.

una settimana a Cipro
Mosici di Kato Paphos ph. @poshbackpackers

Tappa successiva è Lara Beach, alla vana ricerca di un po’ di fresco. E’ una spiaggia lunghissima dove le tartarughe depongono le uova. 

Lara beach ph. @poshbackpackers
Lara beach ph. @poshbackpackers

Per pranzo raggiungiamo le colline, non grazie a Google Maps che tenta varie volte di farci prendere delle strade sterrate, e questa volta finalmente troviamo un po’ di refrigerio.

Ci fermiamo a Droushia dove mangiamo alla meravigliosa taverna Philippos Finikas Family, uno dei pasti più buoni (e sicuramente il più autentico) consumati sull’isola nella settimana trascorsa a Cipro.

Aphrodite’s Bath ph. @poshbackpackers

Ultima tappa della giornata la spiaggia di Aphrodite’s Bath per un veloce e rinfrescante tuffo.

Giorno 3 – Tombe dei re, spiagge e colline

Nuovo giorno, nuovo sito UNESCO – oggi visitiamo le incredibili Tombe dei re (2,50 euro l’ingresso) nei pressi di Paphos. Ancora una volta non immaginavo davvero che Cipro nascondesse meraviglie di questa portata!

Tombe dei re Paphos ph. @poshbackpackers
Tombe dei re ph. @poshbackpackers

Dopo la calda visita agli scavi puntiamo la spiaggia di Afrodite (Aphrodites Birth Place). Si narra che la dea sia uscita dalle onde in questa incantevole località.

una settimana a Cipro
La spiaggia di Afrodite ph. @poshbackpackers

Nel primo pomeriggio ci avventuriamo ancora una volta nelle colline per goderci il fresco, mangiare nel paesino di Fyti e visitare il bucolico monastero di Chrysorrogiatissa Panagia dove compriamo anche una ottima bottiglia di vino.

monastero di Chrysorrogiatissa Panagia ph. @poshbackpackers
monastero di Chrysorrogiatissa Panagia ph. @poshbackpackers

Inizio a pensare che sarebbe stato ideale alloggiare in collina e vivere un lato più autentico (e fresco) di Cipro.

monastero di Chrysorrogiatissa Panagia ph. @poshbackpackers

Giorno 4 – spiagge e visita a Kourion

Oggi salutiamo Paphos e ci spostiamo a Limasso, località curata e gradevole. Ci concediamo una giornata a mare a Kourion Beach (ombrellone + 2 lettini 7,50 euro, compreso l’uso del wifi).

Kourion - una settimana a Cipro
Kourion ph. @poshbackpackers

Pranziamo al Sunshine Restaurant sulla spiaggia. Uno dei ricordi più belli del viaggio è stato fare il bagno in mare tra le portate e poi tornarmi a sedere a tavola.

Appena cala un pò la temperatura ci spostiamo agli scavi di Kourion (4,50 euro l’ingresso) – anche qui una collezione davvero incredibile di mosaici.

Infine ci spostiamo a Limasso al nostro nuovo alloggio e ceniamo vista castello nel ristorante Karatello – decisamente molto più ‘di classe’ degli altri posti in cui abbiamo cenato.

Giorno 5 – Nicosia sud e nord

Quinto giorno a Cipro – raggiungiamo Nicosia, l’ultima capitale divisa in Europa e parcheggiamo a ridosso dei bastioni.

Nicosia - una settimana a Cipro
Nicosia ph. @poshbackpackers

Visitiamo prima la parte sud seguendo l’itinerario pedonale consigliato dalla Lonely Planet: il museo civico, la casa del Dragomanno e la meravigliosa chiesa di Panagia Chrysalionitissa.

Imbocchiamo Ledra Street ed attraversiamo il confine, passando per la Green Line ed entriamo nella parte Nord.

Qui ci fermiamo a pranzo in un ristorante tipico (humus e mezè ottimi!) e visitiamo la moschea più importante, Selimiye Camiun tempo una chiesa, spogliata e convertita in moschea. Anche qui seguiamo il tour a piedi consigliato dalla Lonely Planet.

Rientrati a sud riprendiamo la macchina e ci fermiamo per un tuffo veloce al Governors Beach prima di rientrare per cena a Limasso.

Giorno 6 – Mare e Limasso

Oggi ci sentiamo pigri. Dedicheremo la giornata a spiaggia e all’acquisto di souvenir. Puntiamo la spiaggia di Melanda Bay, ma sbagliamo strada e passiamo la giornata a Pissouri Beach…un po’ movimentata per i miei gusti, ma tutto sommato non male (7,50 euro ombrellone e 2 lettini).

Il pomeriggio passeggiamo per Limasso e ceniamo nuovamente da Karatello, che ci è decisamente piaciuto.

Giorno 7 – Aya Napa e Aeroporto

Decidiamo che non possiamo lasciare Cipro senza andare a mare nella famosa Aya Napa.

Nissi , Aya Napa una settimana a Cipro
Nissi , Aya Napa ph. @poshbackpackers

Raggiungiamo in 1 ora e mezza la spiaggia di Nissi, dove trascorriamo la mattinata. Mangiamo una tiropita e poi…dritti in aeroporto.

L’acqua è splendida, ma la spiaggia è troppo affollata per i nostri gusti.


Salutiamo Cipro, ci resteranno nel cuore l’emozione di passare il ‘confine’ a piedi e la collina. Un po meno il caos e l’abuso edilizio di Paphos.

Condividi l'articolo se ti è piaciuto:

2 Commenti a “Una settimana a Cipro – Itinerario”

  1. Sono stata a Cipro lo scorso anno e mi ha colpito molto. Un’isola piena di mare stupendo, cultura ed è ancora divisa a metà. Non conoscevo la storia di Cipro prima di andarci ed è incredibile come un paese europeo possa essere così diviso ai giorni nostri. Ho avuto modo di visitare per alcuni giorni anche la parte nord bella come la parte più meridionale ma più selvaggia. Sono d’accordo con te mai visti mosaici così belli e ben conservati!

    1. La verità è che di Cipro non mi sono innamorata… ma non ho visto il nord (che forse avrei amato di più perché più selvaggio). I mosaici comunque sono pazzeschi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.