9 cose da non perdere a Santorini


Grecia, Isole Greche / giovedì, Giugno 13th, 2019

E’ un periodo che diversi amici mi stanno chiedendo indicazioni sulle cose da non perdere a Santorini. Ho deciso quindi di riassumere i miei suggerimenti in un bell’articolo.

Parto dal dire che nella mia testa non avrei mai pensato a Santorini come una meta che mi sarebbe piaciuta tanto. Troppo gettonata, troppo affollata. Beh, sappiate che mi sono dovuta ricredere. E’ vero che Santorini una delle mete più visitate della Grecia, ma non per questo ha perso il suo fascino.

I prezzi di Santorini sono tutto sommato abbordabili. Certo, sono un po’ più alti del resto della Grecia però non li ho trovati eccessivi (cosa che invece ho riscontrato a Mykonos). Prenotando per tempo volo e alloggio si riesce ad organizzare una vacanza non troppo cara.

1. Passeggiare per Oia e non perdersi il tramonto

Oia è il fiore all’occhiello di Santorini, un paese imbiancato, arroccato su un pendio. Un must tra le cose da non perdere a Santorini!

Perdetevi nelle stradine piene di ristorantini, negozietti, mulini a vento e divertitevi a spiare gli alloggi di lusso con le loro piscine vista caldera.

Posso mettere la mano sul fuoco che vi riprometterete la prossima volta che siete a Santorini di provare, almeno per una notte, per uno di questi stupendi alloggi. Poi vedrete i prezzi e forse cambierete idea 🙂

Oia, cose da non perdere a Santorini
Oia, Santorini @posh_backpackers
Oia cose da non perdere a Santorini
Io a Oia, Santorini @posh_backpackers

E dopo aver passeggiato, sorseggiato qualcosa, fatto qualche acquisto, raggiungete quello che resta della fortezza e prendete posto per assistere allo spettacolo del tramonto. Vi consiglio di andare presto, altrimenti non troverete posto seduti. C’è davvero tanta gente e l’attesa potrebbe essere lunghetta.

Oia, Santorini - cose da non perdere a Santorini
Oia, Santorini – lato A @posh_backpackers

Dalla foto sopra sembra di essere soli… voi e il tramonto. E invece guardate qui sotto. Per questo vi consiglio appunto di arrivare presto. Le due foto sono state scattate a fine luglio.

 Oia, Santorini - lato B
Oia, Santorini – lato B @posh_backpackers

La prima sera che eravamo a Santorini abbiamo provato a vedere il tramonto da Imerovigli, una località tra Fira e Oia, ma dalla caldera (il golfo di Santorini) si è alzata una nebbia fittissima, così fitta da non riuscire neanche a vedere il mare. Ci hanno raccontato che è un fenomeno che accade ogni tanto a causa dello sbalzo di temperatura tra giorno e notte.

2. Passeggiare per Fira – 9 cose da non perdere a Santorini

Fira è una cittadina deliziosa, meno ‘patinata’ e sfarzosa di Oia, meno lussuosa e forse per certi versi più autentica ma comunque iper-turistica. Noi abbiamo provato la gioia di visitarla la mattina verso le 8.30, oltre che di sera, e l’abbiamo trovata davvero carina.

Il paese di Fira è anche il porto principale dell’isola. Il porto si raggiunge scendendo una lunga scalinata oppure con la funicolare. Io amo camminare, ma in questo caso sconsiglio l’uso delle scale perché sono molto affollate da asini e dai loro ricordi e noi abbiamo rischiato di prenderci almeno un calcio.

Fira - cose da non perdere a Santorini
Fira, Santorini ph. @poshbackpackers

3. Visitare la spiaggia nera di Perissa

Perissa di trova sulla costa sud dell’isola. Una località di mare in cui rilassarsi sull’ampia spiaggia con sabbia di colore nero! I tantissimi localini sulla riva offrono anche l’uso gratuito di ombrelloni e sdraio per i loro clienti. E’ possibile consumare nel locale, oppure comodamente sdraiati in spiaggia dove verranno a prendere il vostro ordine.

Unica nota sulla spiaggia: a mezzogiorno la sabbia diventa davvero incandescente sotto i piedi!

Spiaggia Nera, cose da non perdere a Santorini
Spiaggia Nera, Santorini ph. @poshbackpackers

4. Spiaggia rossa (Red beach)

La spiaggia rossa si trova ad una 15ina di chilometri da Fira. E’ raggiungibile con l’autobus oppure con i propri mezzi. Il parcheggio si trova a circa 10 minuti a piedi e dispone anche di una trattoria ottima per rifornirmi di acqua o pranzare.

Verso la spiaggia rossa, Santorini
Verso la spiaggia rossa, Santorini ph. @poshbackpackers
Spiaggia Rossa, Santorini
Spiaggia Rossa, Santorini ph. @poshbackpackers

5. Akrotiri – 9 cose da non perdere a Santorini

Non lontano dal parcheggio (circa 600 metri) del Red Beach si trova l’importantissimo sito archologico di Akrotiri. Beh, dopo tutto questo relax e tutte queste spiagge ci vuole una botta di cultura!

Si tratta di un’antica città portuale, molto ben conservata e con diversi affreschi. Noi purtroppo non abbiamo potuto visitarla perché ci avevano indicato che era chiusa per restauro, ma abbiamo avuto l’occasione di vedere alcuni affreschi e la ricostruzione di alcune tombe.

6. Spiaggia bianca – cose da non perdere a Santorini

La spiaggia bianca viene chiama cosi per la grande scogliera bianca sotto cui si trova. E’ una piccola insenatura della costa meridionale.

Santorini Spiaggia bianca
Spiaggia bianca, Santorini ph. @poshbackpackers

Si tratta di una spiaggia di ciottoli, con un piccolissimo bar e la possibilità di noleggiare lettini e ombrelloni (5 euro il set al tempo della nostra visita). Il noleggio oltre ad essere più caro di altre spiagge è a tempo. Insomma, non pagate per tutto il giorno ma solo per alcune ore, poi verrà la signora a dirvi che il tempo è scaduto. Può sembrare antipatico, ma per noi andava bene, non amando stare tantissime ore al sole.

Il mare è molto particolare perché ci sono delle grotte e formazioni rocciose bianche dalle quali ci si può divertire a tuffarsi! A mio avviso è sicuramente tra le cose da non perdere a Santorini.

White beach - Santorini
White beach – Santorini ph. @poshbackpackers

L’accesso avviene esclusivamente con la barca. Esiste un servizio di trasporto dalla Red beach. La barchetta vi molla a qualche metro dalla riva, quindi preparatevi a scendere direttamente nell’acqua.

7. La cantina Santo Winery

Tra le cose da non perdere a Santorini, nel mio cuore è rimasto Santo Winery. Noi ci siamo fermati un po’ per caso, scendendo dall’autobus al rientro dalla spiaggia. Difficilmente si può sorseggiare uno (o più) calici di vino in un luogo così speciale. La vista sulla caldera con un po’ di foschia ti fa sentire davvero come se fossi tra le nuvole.

Della mia esperienza a Santo Winery ne parlo in un articolo-> Un aperitivo sopra le nuvole

Santo Winery, Santorini
Santo Winery, Santorini ph. @poshbackpackers

I vini sono davvero buoni. Ho amato molto l’Assyrtiko, un vino bianco secco e fruttato. Abbiamo avuto l’occasione di gustarlo anche in altre occasioni in altre località della Grecia e anche in Italia a dire il vero.

Fate caso ai vigneti di Santorini, molto diversi dai nostri. Le viti non sono alte come le nostre, ma bassissime e con il rami che poggiano a terra. I vini di quest’isola hanno un sapore particolare (dicono gli esperti) a causa della maturazione molto vicina al terreno di origine vulcanica.

8. Una gita in barca nella caldera

Santorini è un’isola di origine vulcanica, e di questa sua origine ne conserva una particolare testimonianza in alcune zone del suo golfo (caldera).

E’ possibile partecipare a delle escursioni in barca (solitamente partono dal porto di Fira) di varia durata. Noi abbiamo fatto un tour dalla mattina al pomeriggio, compresa una sosta (autogestita) per pranzo all’isola di Thirasia. Ci sono tanti ristorantini sul mare e se avete con voi la maschera una meravigliosa opportunità di fare snorkeling perchè l’isola si trova direttamente su una parete rocciosa con una miriade di pesci.

Il tour comprendeva un‘escursione sull’isolotto vulcanico di fronte a Santorini davvero molto calda ma interessante – portate abbondante crema solare, acqua e un paio di scarpe che vi permettono di camminare.

 Caldera,
Caldera, Santorini ph. @poshbackpackers

La seconda tappa era un bagno nelle acque termali calde e per questa tappa vi consiglio di indossare un costume da bagno al quale non tenete particolarmente perchè le acque sulfuree potrebbero rovinarlo.

Bagno nella caldera
Bagno nella caldera, Santorini ph. @poshbackpackers

La terza tappa del nostro tour invece è l’isola di Thirasia. Pranziamo in un ristorantino e poi tuffo a mare nell’acqua limipidissima. Il mare diventa subito profondo e ci sono davvero tantissimi pesci.

Isola di  Thirasia
Isola di Thirasia Santorini ph. @poshbackpackers
Isola di  Thirasia
Isola di Thirasia Santorini ph. @poshbackpackers

Abbiamo scelto di scendere a Oia dall’escursione in modo tale da visitare il paese, rinfrescarci in un bar e poi accomodarci per vedere il tramonto. In caso contrario potete fare qualche foto dalla barca e ritornare a Fira.

Oia - vista dal mare
Oia Santorini – vista dal mare ph. @poshbackpackers

Noi abbiamo acquistato l’escursione dal nostro hotel, ma è possibile anche comprarla nelle agenzie oppure online. I costi variano dalle 20 alle 30 euro circa a seconda di durata e tappe.

9. Un giro su un asinello

Ammetto che noi non ne abbiamo usufruito, ma sia la salita dal porto di Oia che da quello di Fira sono abbastanza impegnative. Per aiutarvi nella risalita potete utilizzare il servizio di trasporto fatto con gli asinelli.

Disclaimer: Ovviamente alla pratica di utilizzo degli asinelli non tutti sono favorevoli, animalisti compresi. Per la Grecia è una tradizione quella di utilizzo di muli e asini per il trasporto di merci e persone, ma qui a Santorini è ormai semplicemente un’attrazione turistica. Se non siete favorevoli, evitate.

Asinelli
Asinelli a Sanrorini ph. @poshbackpackers

Come muoversi a Santorini

A Santorini noi ci siamo mossi esclusivamente con gli autobus. Soprattutto se si alloggia a Fira (capolinea degli autobus) questo è possibile.
Sul sito della Ktel trovate gli orari scaricabili in un PDF unico. Tenete presente che i bus non sono velocissimi, ma sono abbastanza frequenti. Un bus che abbiamo preso si è persino fermato a fare rifornimento dal benzinaio, compresa la sosta caffè per il conducente. Comunque l’isola è piccola e i tempi di percorrenza sono tollerabili. Da Fira parte anche l’autobus per l’aeroporto.

Se invece preferite essere autonomi, potete noleggiare quad, motorino oppure un’auto. Anche nei paesi troverete vari noleggiatori.

Dove alloggiare a Santorini

A mio avviso, soprattutto se avete l’intenzione di muovervi in bus, la posizione ideale per alloggiare è Fira. Da Fira partono tutte le linee di bus.

Noi abbiamo alloggiato al Hotel Anatoli dotato anche di piscina e a pochi passi dal centro di Fira.

Hotel Anatoli, Santorini
Hotel Anatoli, Santorini ph. @poshbackpackers

Condividi l'articolo se ti è piaciuto:

30 Commenti a “9 cose da non perdere a Santorini”

  1. Ho girato i tuoi post su Santorini ad una mia amica che ci andrà proprio quest’anno. Io ci sono stata ormai nel lontano 2004, vorrei tornarci, ma come tanti posti dopo molto tempo ho sempre un po’ paura di vederli cambiati troppo! Comunque un’isola magica!

    1. Che carino, sono contenta che magari possano tornarle utili i post! 🙂
      Io raramente torno negli stessi posti devo dire. Di solito scelgo di vedere luoghi nuovi.

  2. Santorini è un luogo che non ho mai preso in seria considerazione per il timore di trovarci troppi turisti. Dopo aver letto il tuo articolo, invece, penso che lo inserirò tra le mete possibili, magari pensandolo per un “fuori stagione”.

    1. Il problema del ‘fuori stagione’ è che scarseggiano i voli. Comunque senza spingersi troppo fuori stagione, secondo me già giugno e settembre sarebbero ideali. Io ci sono stata a luglio e non era troppo affollata, credo che i problemi siano ad agosto.

  3. È bello quando si viaggia, ricredersi sui pregiudizi che ci accompagnavano prima di visitare un posto, mi piace arrivare in un paese,( momento etc.) che ritengo”troppo turistico” ed emozionarmi magari comprendendo anche perché è così turistico, grazie per questo tuffo a Santorini.
    P.s che meraviglia quel tramonto ad Oia 😍un po’ inquietante il retroscena invece😂😂quanta gente eraaa?

    1. Sai che io devo sempre ‘rompere la magia’. Tutti danno l’idea del ‘io e te soli al tramonto’ e io volevo mostrare la realtà. 🙂 Guarda, si stava bene lo stesso, nonostante la gente.

    1. Io amo molto le vacanze movimentate, non sono una tipa che ama stare molto stesa al sole 🙂 Quando posso cerco di unire un po di movimento e di relax.

  4. Sarebbe davvero fantastico vedere la costa dai nostri paddleboard. Mi piacerebbe scoprirne ogni caletta nascosta, ogni piccola spiaggerà di sassolini neri estranea alla ressa turistica. Articolo davvero invitante. 🌈

  5. Anche io come guardavo Santorini sulla mappa e dicevo tra me e me che era un luogo molto turistico e pertanto non interessante… Ed anche io mi sono dovuta ricredere perché non è solo un luogo, è un’esperienza suggestiva in un posto decidendo unico al mondo.

  6. Mamma mia quanta gente! Effettivamente può scoraggiare, ma poi uno vede le foto e niente, rimane un’attrattiva pazzesca questo villaggio. Mi piacerebbe vederlo, prima o poi… ecco, possibilmente in bassa stagione 😉 Certo che, come dici tu, la tradizione degli asinelli tramutata in attrazione turistica mette un certo amaro in bocca… Personalmente la eviterò di sicuro. Grazie per il reportage e complimenti per le foto!

    1. Santorini è favolosa, ma se ti posso dare un consiglio non ti fermare li. Santorini è strabiliante ma tutte le Cicladi sono bellissime. Paros è stupenda ad esempio. Sicuramente tornerò a visitare altre isole in quella zona appena possibile.

  7. Sono stata a Santorini anni fa, in pieno periodo universitario… allora ero più interessata alle serate notturne e alle amicizie. Devo tornarci sicuramente, con un occhio più maturo!

    1. Te lo consiglio sicuramente 🙂 Mi ha incantato davvero e tutto sommato l’ho trovata anche abbastanza tranquilla e non troppo festaiola (da vecchia che sono ahahaha 🙂 )

  8. Santorini è una di quelle isole che rimangono veramente nel cuore. Io ci sono stata nel 2013, settimana di Ferragosto, una folla continua di turisti, eppure ci ha conquistati nonostante fosse probabilmente il periodo più affollato dell’anno. Ci tornerei subito (magari in settembre o ottobre), fosse anche solo per passeggiare nelle viuzze di Oia per qualche giorno.

    1. Santorini è davvero speciale. Sono stata anche a Mykonos (tra le isole ‘famose’) ma non ha lo stesso fascino, bella ma non mi è rimasta nel cuore.

  9. Io ho sempre voluto visitare Santorini perché le foto che vedevo mi affascinavano tantissimo e quando ci sono stata, la mia impressione è stata confermata. Ho amato particolarmente Oia e ho avuto la fortuna di visitarla in mattinata quando la folla di turisti doveva ancora arrivare; splendida.

  10. Non sono ancora stata a Santorini, l’ho sempre snobbata perché troppo turistica però dev’essere davvero splendida. Forse dovrei andarci in bassa stagione, chissà che questo periodo passi in fretta così possiamo tutti ricominciare a viaggiare quanto prima.

    1. Guarda anche io non ero convinta perché preferisco i posti tranquilli, eppure mi è piaciuta tantissimo. Sono stata anche brevemente a Mykonos in un altro viaggio, ma non mi è piaciuta per niente invece… troppo cara e troppo affollata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.