Dimitrios: Il misterioso relitto della nave a Gythio


Grecia, Grecia Continentale, Viaggi in Europa / mercoledì, Maggio 5th, 2021

Il mistero avvolge l’enorme relitto della nave Dimitrios nella spiaggia di Valtaki, nei pressi di Gythio.

Nel Peloponneso, a pochi chilometri dal paese di Gythio si trova una spiaggia davvero peculiare: immaginate di fare il bagno vicino ad un relitto lungo quasi 70 metri e con un peso di quasi 1000 tonnellate.

Leggi anche il nostro Itinerario nel Peloponneso

La spiaggia del relitto Dimitrios Gythio
La spiaggia del relitto ph. @poshbackpackers

La storia del relitto della nave Dimitrios a Gythio

La costruzione della nave Dimitrios risale al 1950 e la nave si arenò, sembra, il 23 dicembre del 1981, sulla spiaggia Valtaki nella regione della Laconia, a pochi chilometri da Gythio e dall’Antica Sparta. Questa data non è certa, per alcuni la data è precedente, per altri successiva.

La storia del relitto della nave Dimitrios è incerta, così come lo sono le notizie sull’utilizzo della nave.

Secondo una teoria, la nave fu utilizzata per contrabbandare sigarette fra Turchia e Italia, e che, sequestrata dalle autorità portuali di Gythio, fosse stata poi abbandonata sulla spiaggia di Valtaki. Altri segnalano invece che per fuggire alle guardie, i contrabbandieri arenarono la nave proprio all’altezza di quella spiaggia.

Sembra inoltre che la nave fu poi data alle fiamme per coprirne l’utilizzo legato al contrabbando ed in effetti la nave riporta segni di incendio, compatibili con questa teoria.

La spiaggia del relitto Dimitrios Gythio
Il relitto ph. @poshbackpackers

Un’altra ipotesi invece indica che dato che la nave sequestrata e attraccata nel porto di Gythio fosse pericolante a causa di alcuni danni allo scafo, fosse stata spostata più in la sulla costa, fuori dal porto e che quindi in seguito ad una forte mareggiata si fosse quindi arenata.

Fatto sta che la nave è li, imponente e ormai arrugginita e coperta di graffiti e se si guarda bene si intravede anche il nome Dimitrios sulla sua fiancata.

La spiaggia del relitto

A fine settembre sulla spiaggia del relitto c’eravamo solo noi e un paio di altre persone e anche la zona camper alle spalle della spiaggia era praticamente deserta.

La spiaggia del relitto Dimitrios
La spiaggia del relitto ph. @poshbackpackers

L’acqua è limpida e trasparente e con il fondale basso e sabbioso. La spiaggia è famosa anche perché scelta dalle tartarughe carretta-carretta per deporre le uova.

La spiaggia del relitto ph. @poshbackpackers

Camminando lungo la spiaggia ci si può avvicinare al relitto e vederlo in tutta la sua imponenza. A me ha fatto una certa impressione!

Raggiungere la spiaggia del relitto

Da Gythio la spiaggia del relitto dista circa 6,5km. Imboccate la strada che percorre la costa andando verso est.

Vi consiglio di fermarvi sull’altura prima di scendere alla spiaggia per vedere il relitto dall’alto.

Alle spalle della spiaggia c’è un bar (a fine settembre quando ci siamo stati era chiuso) ed un’area di sosta per camper.

Il relitto ph. @poshbackpackers

Non lontano vi consiglio di non perdervi le meraviglie bizantine del sito di Mystras oltre a Monemvasia, uno dei luoghi più belli del Peloponeso e di tutta la Grecia.

La Grecia ha sempre luoghi pazzeschi da mostrare, ed è per questo che amo questo paese.

Vi lascio con una foto di Gythio, paese che devo ammettere non mi ha stregato, ma che rappresenta un punto comodo per alloggiare e raggiungere alcune delle zone più interessanti del Peloponneso.

lungomare di Gythio
lungomare di Gythio ph. @poshbackpackerspos

Arrivederci Grecia…. e a presto (spero!).

Condividi l'articolo se ti è piaciuto:

15 Commenti a “Dimitrios: Il misterioso relitto della nave a Gythio”

  1. Deve essere molto suggestivo vedere questo relitto di persona. Mi incuriosisce molto, sarebbe bello visitare questo luogo proprio nel periodo in cui le tartarughe depongono le uova. Le adoro!

  2. I relitti hanno un gran fascino per le storie che tengono imprigionate nelle lamiere. Sono testimonianze in ferro e ruggine di errori o grandi tempeste. Non conoscevo questo relitto, ma so che in Grecia ce ne sono altri, come quello di Zante, arenato sulla sabbia o molti altri sommersi ma non distanti dalla riva.

  3. sono sempre affascinanti le storie dei relitti, si possono immaginare mille vite dietro una nave arenata! E poi c’è la Grecia! Ti ho invidiato tantissimo per quelle foto in solitaria davanti al mare e mi hai fatto ricordare quanto mi mancano le atmosfere dolci e rilassate della Grecia

    1. Il fascino della Grecia è davvero questo. Il distanziamento sociale è insito nella Grecia ed è una delle ragioni per cui amo questa nazione.

  4. I relitti mi affascinano molto, hanno un so che di misterioso e antico e ogni volta che ne vedo uno fantastico su avventure di pirati e di dame da salvare. Non lo conoscevo questo ed è sicuramente una bella meta da visitare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.