Dove mangiare a Tallinn: 7 posti imperdibili e 1 perdibile


Estonia, Viaggi culinari, Viaggi in Europa / mercoledì, Settembre 29th, 2021

Appena rientrati, approfitto della memoria ancora fresca per darvi qualche consiglio su dove mangiare a Tallinn.

Inizio col dire che a Tallinn ho mangiato davvero bene. Sono rimasta sorpresa dalla raffinatezza e dalla ricercatezza dei piatti. I prezzi sono in linea più o meno con quelli che abbiamo in Italia nei ristoranti di medio prezzo.

L’acqua, come spesso accade nel nord Europa, è servita di default in caraffa o grande bicchiere ed è rigorosamente gratis (a volte è ‘self service’ ovvero devi prenderla tu da caraffe o dispenser). Se poi gradite l’acqua in bottiglia, basta chiedere.

Cosa si mangia a Tallinn?

  • tanto salmone – servito in tutte le salse, al forno, affumicato, marinato – questo pesce è spesso presente nei menù
  • il pane – il pane nerissimo, pieno di semi e rigorosamente fatto in casa (un ottimo abbinamento col salmone di cui sopra). Io l’ho trovato buonissimo! Ancora più buono del pane tedesco nero.
  • cucina internazionale – ecco, a Tallinn si mangia di tutto. Sono molto in voga i ristoranti con cucina moderna o che comunque propongono piatti della tradizione rivisitati. Se pensavate quindi di andare in un posto che vi propone soltanto piattoni di carne e patate, vi troverete delusi.

1. Caffé Revel Dove mangiare a Tallinn

In realtà si tratta di una catena di caffè (o cafe come sono chiamati in Estonia). Vi potete fermare per colazione, per un caffè, per una birra o per un pasto.

Caffé Revel - dove mangiare a Tallinn
Caffé Revel – dove mangiare a Tallinn ph. @poshbackpackers

Io sono stata a pranzo al Reval Café Müürivahe che si trova nel centro storico: offrono una buona scelta di panini e di piatti veloci. Ho preso una poke bowl buonissima con salmone, una birra e un dolcino di limone meringato. I prezzi sono assolutamente accessibili.

Si ordina al banco, poi ci si accomoda e si attendono i piatti.

2. Must Puudel – Dove mangiare a Tallinn

Siamo tornati ben 2 volte in questo cafe, Must Puudel (ovvero barboncino nero), una volta a pranzo e una a cena. Non potevo quindi non includerlo nella mia lista di dove mangiare a Tallinn.

Un ambiente giovane, informale in cui sorseggiare una birra, mangiare un piatto leggero oppure bere un caffè. La scelta della musica di sottofondo merita sicuramente una menzione – spazia da Ivana Spagna a cantanti norvegesi di pop-folk.

Salmone al Must Puudel
Salmone al Must Puudel ph. @poshbackpackers

Grazie a questo posto ho scoperto l’imperdibile canzone ‘La prima estate’ di Erlend Øye che merita sicuramente una passata su Spotify.

3. Rataskaevu16

La parola d’ordine qui è: Prenotate! Se volete mangiare in questo carino e moderno ristorante estone dovete assolutamente prenotare con largo anticipo, soprattutto se volete accomodarvi negli orari di punta ovvero dalle 7 alle 9 o nei week-end.

 Rataskaevu16 - dove mangiare a Tallinn
Rataskaevu16 – dove mangiare a Tallinn ph. @poshbackpackers

In foto la Blue Cheese-cake, che ovviamente mi aspettavo essere una cheese-cake con i mirtilli blu e invece è una torta al formaggio blu, cioè una specie di gorgonzola locale. Una sola parola può descrivere questo piatto: buonissimo!

La cucina è raffinata, il servizio simpatico e informale, i piatti sono belli da vedere e buoni da gustare dall’antipasto al dessert. I prezzi poi sono assolutamente adeguati: per antipasto + 2 piatti principali + 4 birre e dessert abbiamo speso circa 70 euro.

4. F-hoone – Dove mangiare a Tallinn

Fuori dal centro di Tallinn, raggiungibile con i tram 1 e 2 in poche fermate, il F-hoone si trova in una zona super alternativa. La zona di Telliskivi è molto frequentata dai giovani e si sviluppa intorno a dei binari dismessi.

un locale di Telliskivi costruito nei vagoni di un treno
un locale di Telliskivi costruito nei vagoni di un treno ph. @poshbackpackers

L’ingresso del F-hoone è tutt’altro che sofisticato. Una vecchia e malmessa porta ricoperta di adesivi. Ma ovviamente se l’ho inserito nella mia lista di dove mangiare a Tallinn una ragione ci sarà!

Ingresso del F-hoone
Ingresso del F-hoone ph. @poshbackpackers

All’interno troverete un ambiente moderno in stile industriale e un menu che comprende soprattutto burger e insalate. ma non pensate di essere in un fast-food: è assolutamente tutto gourmet e ben fatto!

Interno del F-hoone tallinn
Interno del F-hoone ph. @poshbackpackers

5. Kampai Giapponese

Sono capitata per caso in questo posto con mio figlio che dormiva nel passeggino dopo aver visitato il museo degli idrovolanti – Lennusadam Seaplane Harbour.

La zona affaccia direttamente su un porticciolo e nella bella stagione si mangia anche all’esterno.

Leggendo le recensioni su tripadvisor ora non credo sceglierei di andarci. La mia esperienza invece è stata completamente positiva.

Kampai
Kampai ph. @poshbackpackers

La location è molto bella, il servizio attento ed i piatti ordinati davvero buoni!

Kampai
Kampai ph. @poshbackpackers

6. Baltic Station Market – Balti Jaama Turg

A ridosso della stazione di Tallinn, si trova un luogo dove potreste decisamente passare l’intera giornata (e credetemi, se fuori piove ve ne verrà davvero voglia!).

Nel mercato potrete trovare, oltre ai prodotti freschi (frutta, verdura, carne, pesce, formaggi) anche tanti posticini per mangiare. L’orientamento è soprattutto quello vegano: ci sono molte proposte di posti che preparano vegan burger e vegan wrap ad esempio.

Balti Jaama Turg - dove mangiare a Tallinn
Balti Jaama Turg – dove mangiare a Tallinn ph. @poshbackpackers

Noi ci siamo fermati in un banchetto che vendeva ravioli con diversi ripieni (carne, pesce o verdure). Solo dopo, grazie ad un aiuto su instagram ho scoperto che si trattava di pelmeni, dei ravioli siberiani. A me hanno ricordato molto i pierogi polacchi.

Balti Jaama Turg - dove mangiare a Tallinn
Balti Jaama Turg – dove mangiare a Tallinn ph. @poshbackpackers

Al piano superiore del mercato invece troverete una zona nella quale ci sono bancarelle e negozietti di abbigliamento e di articoli vari, soprattutto vintage. Buona esplorazione!

7. Cafe Maiasmokk

Questo caffè mi ha ricordato Vienna. L’atmosfera d’altri tempi, i mobili in legno scuro e soprattutto i dolci.

Io ho assaggiato una mini-porzione di pavlova insieme ad un caffè. Una piacevole sosta!

cafe Maiasmokk, dove mangiare a Tallinn
cafe Maiasmokk, dove mangiare a Tallinn ph @poshbackpackers

Unica pecca direi invece il servizio, completamente assente: ci si mette in fila, si ordina, si ritira sul vassoio e si trova un tavolo.

8. Olde Hansa (perdibile)

Il mio giudizio su questo posto è ‘ni’, ovvero ne si ne no. La verità è che ci siamo andati per farci un’opinione nostra dopo aver letto recensioni super entusiaste e recensioni molto negative. Un posto famosissimo tra i turisti, menzionato in tutti i blog di viaggi e sulle guide.

Si mangia quasi al buio, a lume di candela in un ambiente che vorrebbe assomigliare ad un luogo medioevale, con camerieri vestiti in abiti d’epoca e musica dal vivo, rigorosamente in stile medievale anch’essa.

Olde Hansa ph. @poshbackpackers

La birra viene servita in boccali di terracotta ed è speziata: l’ho trovata gradevole anche se forse non piacerebbe a tutti i palati.

Anche i piatti principali non sono male – il mio pollo era ben cotto e aveva diversi contorni di verdure e anche lo stufato di cacciagione di mio marito era buono.

Olde Hansa - dove mangiare a Tallinn
Olde Hansa ph. @poshbackpackers

Non vi dico di non andarci, sia chiaro, soprattutto con i bambini può essere un’esperienza divertente e, a meno che non prendiate piatti esotici come l’orso (poverino!) probabilmente ne uscirete pagando una cifra tutto sommato onestissima per dei piatti buoni.

La vera atmosfera di Tallinn però si trova altrove, nei cafe, nei ristoranti con cucina moderna rivisitata, nelle pasticcerie. L’Olde Hansa rappresenta secondo me una esperienza comunque carina, ma ben lontana dall’essenza della città.

Mangiare a Tallinn con i bambini

Mangiare fuori con i bambini a Tallinn è un’esperienza molto gradevole. In tutti i ristoranti sono presenti seggioloni e spesso anche posate e bicchieri per bambini. Inoltre la maggior parte dei posti propone dei ‘menù baby’ indirizzati proprio alla giovane clientela.

Un piatto che non mancherà mai sul menù baby è la pasta, servita spesso con crema di formaggi e a volte anche col pollo: ok, ho storto un po’ il naso, ma mio figlio l’ha adorata.

Una piccola nota negativa su Tallinn, dipendente però da fattori storici, è la mancata accessibilità di alcuni locali. Spesso ci sono diversi gradini molto ripidi all’ingresso e questo rende difficile l’accesso con passeggini o a chi ha problemi di mobilità. La causa è storica, essendo Tallinn una città in passato facilmente soggetta ad allagamenti.


Spero di avervi fatto venire fame e soprattutto curiosità di visitare Tallinn ed assaggiare i suoi piatti!

Condividi l'articolo se ti è piaciuto:

8 Commenti a “Dove mangiare a Tallinn: 7 posti imperdibili e 1 perdibile”

  1. Ho puntato Tallinn da un pò e sto aspettando l’occasione giusta per andarci. So che la città è molto bella ma non mi immaginavo una tale offerta culinaria, mi hai fatto venire l’acquolina in bocca! Di sicuro un motivo in più per visitarla.

  2. Suuuuuper lista di posti dove mangiare a Tallinn ❤️ in alcuni non sono mai stata, avranno aperto magari dopo che sono andata via ma me li segno per la prossima volta! Io sono una entusiasta dell’Olde Hansa ad esempio ma capisco quello che dici: assomiglia molto ad una trappola per turisti 😜😅

  3. Credo che Tallin sarà la mia prossima meta in solitaria. Stavo cercando una città visitabile da sola e in weekend. Mi è piaciuta molto Riga e quindi vorrei replicare qui. Immagino sia sicura per una ragazza sola.

    1. Assolutamente sicurissima! Io ho girato molto da sola con mio figlio di 1 anno ed anche la sera non ci siamo mai sentiti in alcun pericolo. Direi che è una meta ideale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.