Il giro del mondo in 5 piatti – tappa 1: Giappone


Giappone, Travel ed eventuali, Viaggi culinari / mercoledì, Aprile 22nd, 2020

Mi ero ripromessa di non parlare di ‘quarantena‘ sul blog…eppure passo le giornate a cucinare piatti più o meno esotici per cui ora vi beccate il mio giro del mondo virtuale in 5 piatti.

Questo articolo non vuol essere un ricettario, ma solo una piccola ispirazione se per caso anche voi avete voglia di viaggiare con la mente e con la pancia.

giro del mondo in 5 piatti Giappone - vetrina di un ristorante, Kyoto
Vetrina di un ristorante, Kyoto @posh_backpackers

Una piccola curiosità sulla foto di sopra: nelle vetrine dei ristoranti in Giappone è consuetudine esporre dei modellini in plastica del cibo che si serve. Sappiate che ci sono dei negozi specializzati nella creazione e vendita dei modellini.

Tappa 1: Giappone – Il giro del mondo in 5 piatti

Il mio giro del mondo non poteva che partire dall’Asia e più precisamente dal Giappone con il suo piatto più famoso: il sushi. Con un pochino di pazienza ed i giusti prodotti potete farlo tranquillamente in casa.

Cosa serve?

  • riso per Sushi
  • alga nori
  • aceto di riso
  • tappetino di bambù per arrotolare il sushi
  • salsa di soia
  • wasabi (se piace)
  • ingredienti misti da inserire all’interno dei roll
Tappetino e alga nori per sushi
Tappetino e alga nori per sushi

Potete metterci di tutto nei rotolini di sushi, dal pesce crudo (mi raccomando di abbatterlo per almeno 72 ore nel freezer di casa prima di utilizzarlo) alle verdure (avocado, cetriolo, erba cipollina, radicchio…), dal formaggio spalmabile (tipo Philadelphia) al pesce cotto (tonno, salmone, polpo, sgombro, gamberi…).

Sushi fatto in casa (foto del mio repertorio) @posh_backpackers giro del mondo in 5 piatti sushi
Sushi fatto in casa (foto del mio repertorio) @posh_backpackers
Roll con avocado e salmone cotto giro del mondo in 5 piatti sushi
Roll con avocado e salmone cotto

Cucinare il riso – il giro del mondo in 5 piatti: Giappone

Per cucinare il riso per sushi io utilizzo il cuociriso da microonde, un accessorio da cucina davvero molto utile. Ovviamente potete utilizzare anche la classica pentola d’acqua sui fornelli.

Per 2 persone utilizzo le seguenti dosi:

  • una tazza di riso per sushi
  • una tazza di acqua
  • 1/8 di tazza di aceto di riso
  • un cucchiaio di zucchero
  • un cucchiaino di sale

Sciacquare il riso più volte con abbondante acqua; inserirlo nel cuociriso insieme alla tazza di acqua e cuocere per circa 10 minuti a massima temperatura.

Mischiare l’aceto di riso con il sale e lo zucchero ed aggiungerli al riso una volta cotto.

Per fare il sushi io preferisco che il riso sia a temperatura ambiente, quindi di solito lo preparo con un po di anticipo per farlo raffreddare.

Altri piatti dal Giappone da fare in casa

Si sa, l’appetito vien mangiando… ed in quarantena la voglia di cucinare vien cucinando. Quindi mi sono dilettata per la prima volta in una versione casalinga del ramen giapponese. Ok, non sarà esattamente conforme all’originale, però il sapore c’era tutto.

Ramen fatto in casa @posh_backpackers
Ramen fatto in casa @posh_backpackers

E voi cosa state cucinando di buono? Scrivetemelo nei commenti!


Se vi va potete leggere il mio racconto sul capodanno trascorso in Giappone 🙂

Condividi l'articolo se ti è piaciuto:

29 Commenti a “Il giro del mondo in 5 piatti – tappa 1: Giappone”

  1. Adoro la cucina giapponese ma non mi sono mai cimentata nella produzione autonoma della cena orientale. Il tuo post però mi ha convito a provare. Mi procuro il necessario e mi lancio nell’esperienza. Ti farò sapere…

  2. Quando leggo di cucine del mondo non so resistere. La cucina giapponese non ho mai avuto la fortuna di provarla sul posto, ma per quello che ho assaggiato mi incuriosisce molto. Adoro il ramen. Complimenti per i tuoi piatti perché sembrano impeccabili!

  3. Anna, allora, a parte che sei raggiante in quella foto, so di sapere il perché ( pensavi al fatto di dover mangiare tutto quel bellissimo sushi 😂)! Tanti anni fa ho rovinosamente provato a cuicinare del sushi vegetariano, ma seguendo una ricetta per la cottura del riso mi era venuto un obbrobrio. Mi piacerebbe riprovarci. Io cucino di tutto dalla semplice pasta e patate passando per qualche preparazione più complessa tipo i cornetti sfogliati, ma in questa settimana ho ripreso in mano la mia vita..e tante tantissime verdure accompagnare da proteine e solo avena come carboidrati.

    1. La cottura del riso è assolutamente cruciale per il sushi – una volta trovata la ‘formula’ corretta il resto è una passeggiata. La foto è di un mio compleanno e a dire il vero ci siamo stancati tantissimo a fare quantità allucinanti di sushi… cosi tanto che l’anno successivo ho deciso di prendere i panzerotti da asporto e di non fare nient’altro. 🙂 Però ammetto che è stata una grande soddisfazione.

      1. E ti credo guarda cosa avete creato, anche io nel tempo per i compleanni ho optato per l’asporto, perché arrivo sempre esausta al momento di festeggiare, meglio godersela, anche se cucinare mi dà sempre gran soddisfazione.

  4. Complimenti per il tuo sushi, è bellissimo! Adoro la cucina giapponese e spesso cucino a casa diversi piatti tradizionali, soprattutto sushi, ramen, pollo teriyaki… che buoni!

  5. Credo di essere l’ultima a non aver mai provato a cucinare un piatto giapponese, ma nemmeno il sushi. Ne ho un grande rispetto, mi sembra un’arte vera, non mi permetterei mai! Amo la cucina nipponica, il riso bianco tantissimo, so fare solo quello. Ma ho una gran curiosità di provare il ramen, lo trovo scritto e spiegato molto spesso, ultimamente. Mi toccherà assaggiarlo! 🙂

  6. Ma tutto quel sushi per voi due o stavate preparando una cena con gli amici? Sennò la prossima quarantena la passo con voi, posso diventare anche Babysitter per l’occasione 🙂 Comunque proverò a comprare il kit per il sushi, manca solo quello!

  7. E’ almeno 15 giorni che ho una voglia pazza di mangiare giapponese e qui da me non arriva nessun asporto! grazie ai tuoi consigli mi sa che la settimana prossima mi cimento! P.s.
    I tuoi roll sono bellissimi!

  8. Ho avuto il piacere di assaggiare la cucina giapponese solo una volta nella mia vita, perché per ragioni di salute, purtroppo devo evitare il pesce crudo. Quell’unica volta però l’ho semplicemente adorata e desidero da tanto replicarla a casa con ingredienti più accessibili per me.
    Di tutti però, il piatto che desidero assaggiare da tempo è il Ramen. Mi salvo questo post perché l’ho trovato molto chiaro e fluido. Grazie.

    1. In questo periodo sto facendo il sushi col pesce cotto perché non posso mangiare il pesce crudo. E lo si può fare anche senza pesce, con philadelphia e avocado ad esempio.

  9. Il Giappone, che nostalgia! Ci ricordiamo ancora il sapore del sushi del mercato di Tsukiji a Tokyo! Per noi viaggiare significa testare anche il cibo locale, quando siamo tornate in Italia è stato difficile avvicinarsi al sushi nostrano…un vero trauma! Ci mancano i sapori autentici, ma in mancanza dell’originale non vediamo l’ora di poter tornare a mangiare sushi in un ristorante, o perché no, di provare a cucinarlo homemade!

    1. Prima di andare al mercato di Tsukiji non pensavo di essere in grado di mangiare il pesce crudo di prima mattina… eppure è stato fantastico!!! 🙂

    1. Se lo fai a casa puoi metterci il pesce cotto o anche altre cose, verdure o formaggio spalmabile. Ho mangiato un ottimo sushi vegano preparato in casa.

  10. Devo provare! Ho adorato questo articolo, non solo per la creatività ma anche per l’idea bellissima di riproporre piatti giapponesi ^^ Proverò a preparare i piatti e ti manderò la foto 🙂 Grazie mille

    Ps: mi manca un casino il Giappone

  11. Il cibo giapponese per noi significa comfort food!!!
    Le pietanze provate in Giappone ci hanno conquistato dal primo boccone e quando possiamo cerchiamo di replicare alcune ricette in casa: dai gyoza, ai dorayaki per finire al ramen.
    Non abbiamo ancora provato il sushi homemade, ma ci salviamo questo post per provare a replicare la tua ricetta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.