Percorso delle 7 pietre con un neonato – Basilicata


Basilicata, Backpacking, Italia, Itinerari / mercoledì, Ottobre 7th, 2020

Prima di partire per la Basilicata ho cercato consigli sul percorso delle 7 pietre: in particolare mi interessava la fattibilità con un neonato.

Ho trovato alcuni articoli interessanti in rete, ma nessuno che rispondesse precisamente al mio quesito. Quindi, se anche voi vi ponete la stessa domanda ecco la mia esperienza.

Vi parlerò anche del percorso in generale, quindi anche se non avete un neonato con voi potreste trovare delle indicazioni interessanti in questo articolo.

Il Percorso delle 7 Pietre – dettagli

Il percorso delle 7 Pietre è un percorso pedonale che congiunge Pietrapertosa a Castelmezzano.

L’abbiamo inserito nel nostro Itinerario in Basilicata quest’estate.

Il percorso pedonale è lungo circa 2km (e non è riportato da google maps) e congiunge i 2 paesi: Pietrapertosa (920 metri sul mare) e Castelmezzano (770 metri sul mare). Il punto più basso del percorso è di 660 metri sul livello del mare in corrispondenza del torrente.

Per raggiungere Castelmezzano da Pietrapertosa con un veicolo invece è necessario percorrere circa 16km di strada.

Percorso delle 7 pietre ph. @poshbackpackers
Percorso delle 7 pietre ph. @poshbackpackers

Il percorso è suddiviso in sette tappe (le 7 pietre insomma): destini, incanto, sortilegio, streghe, volo, ballo e delirio. Al passaggio dei visitatori le pietre ‘si attivano’ riproducono suoni, musiche e storie tratte dal romanzo Vito Ballava con le Streghe di Mimmo Sammartino.

Percorso delle 7 pietre ph. @poshbackpackers
Percorso delle 7 pietre ph. @poshbackpackers

Se devo essere davvero sincera (opinione assolutamente personale e quindi non condivisibile) il percorso naturalisticamente è stupendo, ma ho trovato fastidiose le postazioni che si attivano al passaggio: il bello della passeggiata nella natura per me è la quiete, non le musiche e le voci narrate.

Il percorso delle 7 Pietre con un neonato

Ma veniamo al fulcro di questo articolo. Posso affrontare il percorso con me il mio neonato o è meglio andare in viaggio altrove?

Il percorso a tratti non è pavimentato e con delle forti pendenze per cui va da se che una buona scarpa da ginnastica o meglio ancora una scarpa da trekking è d’obbligo.

Il percorso però non è difficile, anche se scivoloso in alcuni tratti in discesa. Se affrontato nelle ore più fresche della giornata può considerarsi accessibile a tutti, grandi, bambini e appunto neonati.

Il percorso delle 7 pietre con un neonato
Il percorso delle 7 pietre con un neonato ph. @poshbackpackers

Con l’utilizzo di un marsupio o di una fascia porta bebè un buon camminatore (o camminatrice nel mio caso) può percorrere il sentiero. Questa è ovviamente la mia esperienza personale: certo, non è una passeggiata in pianura, ma facendo la dovuta attenzione è possibile vivere questa esperienza.

Ci sono punti all’ombra in cui fermarsi per riposare, sorseggiare un po d’acqua e magari anche allattare se fosse necessario 🙂

Quindi la mia esperienza è positiva. Tra l’altro non eravamo l’unica coppia con un piccolino: abbiamo incontrato degli altri ragazzi con una piccolina di 2 mesi.

Castelmezzano ph. @poshbackpackers
Castelmezzano ph. @poshbackpackers

Noi abbiamo impiegato 1 ora e 20 minuti in entrambi i sensi, con una sosta di circa 20 minuti a metà di ciascun percorso.

Andata, ritorno o entrambi?

Pietrapertosa si trova a più di 900 metri sul livello del mare, mentre Castelmezzano è a 770 metri.

Andare da Pietrapertosa a Castelmezzano quindi è più facile. Se scegliete di percorrere il sentiero in un’unica direzione vi consiglio questa.

Dalla fine (o inizio) del percorso a Castelmezzano, nei pressi del cimitero, al centro del paese bisogna percorrere altri 800 metri circa.

Se invece volete percorrere il sentiero in un’unica direzione sappiate che non esistono mezzi pubblici che collegano i 2 paesi, per cui ci sono solo 2 alternative al ritorno a piedi.

1.Transfer con navetta tra i 2 paesi, oppure noleggio quad (Dolomiti Discovery)

Transfert, Castelmezzano-Pietrapertosa @poshbackpackers
Transfert, Castelmezzano-Pietrapertosa @poshbackpackers

2. Per i più coraggiosi: il volo dell’angelo (da fare eventualmente anche in coppia). Li vedete quei puntini nella foto sotto?

Volo dell'angelo ph. @poshbackpackers
Volo dell’angelo ph. @poshbackpackers

Consigli per affrontare al meglio il percorso delle 7 pietre

  1. Scarpe da ginnastica o da trekking sono obbligatorie
  2. Portate con voi una buona scorta d’acqua perché non ci sono fontane lungo il percorso
  3. Una crema solare e un cappello sono indicati nelle giornate calde perché buona parte del percorso non è all’ombra
  4. Potreste portare con voi un pic-nic e fermarvi lungo il percorso cosi da alleggerirlo ulteriormente

Condividi l'articolo se ti è piaciuto:

25 Commenti a “Percorso delle 7 pietre con un neonato – Basilicata”

  1. Sicuramente il volo dell’Angelo è da tenere in considerazione!
    Carina l’idea delle pietre che “si attivano” al passaggio ma condividiamo con te l’idea che in mezzo alla natura è bello passeggiare godendosi il suono della tranquillità…
    Se come dici non avevi trovato grandi info sul web in generale, con questo post hai colmato un pò di lacune!

  2. Io adoro camminare e questi percorsi mi piacciono davvero molto. Trovo ottimo il fatto che approfondisci l’argomento per i neo genitori.
    P.s.anche io fare un bel pensierino per il volo dell’angelo. 😉

  3. Da mamma sono molto dispiaciuta che non siano quasi mai presenti indicazioni sulla fattibilità dei percorsi con neonati perché essendo da sola ho dovuto rinunciare a parecchie escursioni. Grazie per il tuo articolo, è un pezzettino in più per rendere il nostro Paese più a misura di famiglia

    1. Avevo troppa voglia di camminare e mi mancava da troppo tempo un’escursione del genere. Il piccolo ha dormito per la maggior parte del tragitto 🙂

    1. Sicuramente è impegnativo, ma fattibile da parte di una persona in buona forma fisica. Si tratta di un percorso abbastanza breve per cui anche se a tratti faticoso scorre abbastanza velocemente 🙂

  4. Purtroppo non sono ancora riuscita a visitare questa zona, ma mi ispira tantissimo! Così come questo percorso, ricco di curiosità e scoperte. Fai benissimo a portare con te il tuo bimbo! Anche se piccolino, è un modo bellissimo per iniziare a trasmettergli l’amore per i viaggi e i cammini! Quanto mi piacerebbe fare anche il volo dell’Angelo 🙂

  5. Che bell’itinerario, davvero affascinante questo percorso! Da quando è nata Lavinia anch’io cerco sempre informazioni sulla fattibilità con bambini piccoli e il marsupio è un ottimo alleato per le passeggiate!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.