Come andare a mare in Grecia, istruzioni per l’uso

Era dalla scorsa estate che pensavo di scrivere un articolo semi-serio con istruzioni per andare al mare in Grecia!

Se leggete da un po’ il mio blog saprete già che sono una grande appassionata di Grecia e tra le ragioni che mi spingono ad amarla c’è anche il suo mare.

isola di Moni - andare a mare in Grecia
isola di Moni – andare a mare in Grecia ph. @www.poshbackpackers.it

Sono tantissime le volte in cui mi sono sentita chiedere perché io, pugliese con 940 km di costa nella mia terra, decido di andare a mare in Grecia.

Io amo la mia Puglia e consiglio davvero a tutti di venirci; però ad agosto la situazione nella mia zona è davvero affollata negli ultimi anni e io spesso scelgo di ‘fuggire’ e la Grecia è diventata una delle mie mete abituali. La Grecia poi sa di vacanza, mi fa staccare dalla quotidianità e mi regala momenti indimenticabili.

Non prendete troppo sul serio questo articolo, fatevi una risata e quando sarete sdraiati in una bella spiaggia greca riflettete sul fatto che un fondo di verità su quello che avete letto c’è.

Stereotipi (e mezze verità) sull’andare a mare in Grecia

Se, da bravi italiani, di prima mattina vi piazzerete nella vostra stupenda spiaggia greca guardatevi attorno e salutate le poche persone che avrete attorno con un ‘buongiorno‘ in italiano. Vi renderete conto che molto probabilmente attorno a voi avete praticamente solo altri italiani.

Skiathos, spiaggia di Agia Paraskevi, ore 10:30 ad agosto
Skiathos, spiaggia di Agia Paraskevi, ore 10:30 ad agosto ph. www.poshbackpackers.it

E si, questo perché raramente i greci arrivano in spiaggia prima delle 11:00 (orario per le famiglie), mentre i giovani si presenteranno nel pomeriggio arrivando non prima delle 14:00.

Riconoscerete i greci perché solitamente arrivano in spiaggia con a seguito uno o più giganteschi gonfiabili e l’immancabile nescafe frapè in mano.

Si, perché i gonfiabili enormi e improbabili sembrano essere davvero la passione nazionale. Ho visto mega-fette di anguria, fenicotteri colossali, aragoste ed anche fette di pizza (naturalmente gonfiabili), anelli grandi abbastanza da reggere un’intera famiglia galleggiare nel mare greco. Tanto che quando a Skiathos al largo ho visto 2 cigni ho pensato che fossero gonfiabili… e invece con grande sorpresa non lo erano.

Skiathos - andare a mare in Grecia
Skiathos – andare a mare in Grecia ph. @www.poshbackpackers.it

Purtroppo non ho foto dell’enorme selezione di gonfiabili disponibili sul mercato greco, ma mi sono ripromessa di documentare il tutto al prossimo viaggio. Per ora accontentatevi dei cigni (non gonfiabili).

Il parcheggio: andare a mare in Grecia

Mai, e dico mai, mi è accaduto di pagare il parcheggio negli stabilimenti greci. Si arriva, si parcheggia liberamente e si accede alla spiaggia. Una volta a Paros, a dirla tutta, c’era uno stabilimento che nel parcheggio aveva anche i lettini: quindi una duplice funzione 🙂

Probabilmente sto generalizzando, basandomi sulla mia ormai decennale esperienza di spiagge greche e ci sono quasi sicuramente luoghi ‘esclusivi’ della Grecia che non ho frequentato (e che probabilmente non frequenterò mai) in cui il parcheggio è a pagamento.

Non aspettatevi sempre di trovare un vero e proprio parcheggio, il più delle volte l’area è in terra battuta, senza ombra o indicazioni precise che sia effettivamente un parcheggio.

Le spiagge attrezzate – andare a mare in Grecia

Se è la vostra prima volta in Grecia, potreste trovarvi spiazzati arrivando il una spiaggia greca attrezzata di ombrelloni e lettini. Quindi vi spiego (generalmente) come funziona.

Rodi ph. www.poshbackpackers.it
  1. cercate di capire se è esposto un cartello con il prezzo (confesso che negli anni sinceramente l’ho visto raramente esposto)
  2. accomodatevi fiduciosi sui lettini che preferite senza attendere contatto col personale della spiaggia laddove gli ombrelloni sono liberi. Quelli riservati sono solitamente segnati con un cartello (o a volte i lettini sono girati semplicemente sul lato o hanno degli oggetti poggiati sopra)
  3. Rilassatevi.

Qualcuno verrà prima o poi ad indicarvi il prezzo o le condizioni applicate, ad esempio la consumazione obbligatoria. Nella mia esperienza è anche capitato più volte che si dimenticassero di passare – hanno un loro metodo e non sempre funziona.

Se siete stati davvero bravi potreste aver scovato una spiaggia in cui l’utilizzo dei lettini e ombrelloni è gratuito a patto che ordiniate qualcosa al bar o mangiate alla taverna. Solitamente basta un caffè o una macedonia, parliamo di 5 euro a persona al massimo – ho visto mio marito chiedere una birra alle 9 del mattino una volta in penisola Calcidica perché alla fine beh, sono in vacanza!

Purtroppo con gli anni che passano trovare lettini con questa formula sta diventando sempre più difficile, ma se cercate bene qualcosa troverete ancora! A Skopelos ne abbiamo scovato uno proprio lo scorso anno.

Raramente comunque mi è capitato negli anni di pagare più di 10/15 euro per ombrellone + 2 lettini (Mykonos ed i posti ‘esclusivi’ naturalmente sono un capitolo a sè e non sono aggiornata sui loro prezzi).

Penisola calcidica - andare a mare in Grecia
Penisola calcidica – andare a mare in Grecia ph. @www.poshbackpackers.it

Capitolo capre e wildlife

Oltre ai cigni (che sembrano essere un’esclusiva di Skiathos) non stupitevi se in spiaggia vi capiterà di vedere delle capre. Le capre (fuori dalle città) sono più o meno ovunque in Grecia, arrampicate su pareti a picco ed anche in riva al mare. Nell’antica Grecia la capra era un animale sacro a Dionisio – sarà forse anche per questo che le troverete davvero ovunque?

Capre a Rodi - andare a mare in Grecia
Capre a Rodi – andare a mare in Grecia ph. @www.poshbackpackers.it

Oltre alle capre, naturalmente non mancano i gatti, anche se solitamente sono abbastanza restii ad avvicinarsi alle spiagge a meno che non si sia un pescatore nei paraggi… Solitamente tengono le loro zampette asciutte dando una mano ai clienti delle taverne che (poverini) non riescono a finire i piatti.

Andare a mare in Grecia: la ristorazione

In Grecia difficilmente resterete digiuni in spiaggia.

Potete naturalmente portare con voi quello che volete consumare, tiropite acquistate al panificio o bevande, ma nel caso invece voleste ordinare qualcosa comodamente sdraiati al sole, buona parte delle strutture offre il servizio ‘al lettino’ e quindi potrete pranzare o fare merenda poltrendo bellamente sotto l’ombrellone.

Se invece avrete voglia di mangiare seduti al tavolo, con alta probabilità troverete in spiaggia o poco lontano, una taverna. Le taverne solitamente hanno prezzi assolutamente moderati ed offrono insalate, pesce e piatti classici della cucina greca a base di feta e verdure.

Se dovessi chiudere gli occhi e pensare alla taverna del mio cuore sicuramente nominerei quella in riva al mare a Toroni, in penisola calcidica. Piatti semplici di pesce, fresche insalate e servizio assolutamente familiare col ‘figlio ‘giovane’ di famiglia che serviva pigramente ai tavoli.

E tra un piatto e l’altro ci può stare un tuffo a mare. Sono queste le piccole cose che mi fanno amare così tanto la Grecia.

La mia personalissima classifica del mare più bello della Grecia

Andare a mare in Grecia è sempre una bellissima esperienza.

Se un amico mi dovesse chiedere un consiglio per andare a mare in Grecia probabilmente la mia classifica sarebbe la seguente.

Sul gradino più alto del mio personalissimo podio al momento c’è Creta – per me le spiagge più belle della Grecia – ve ne parlo anche nel mio articolo 3 spiagge bellissime a Creta occidentale

Creta - andare a mare in Grecia
Creta – andare a mare in Grecia ph. www.poshbackpackers.it

Un gradino più giù, ma probabilmente anche perché ci ho trascorso meno tempo, c’è la Penisola Calcidica. Ho trascorso qualche giorno nel secondo dito e ancora ho nei miei occhi lo splendore del mare calcidico – ve ne parlo nell’articolo A mare nella penisola calcidica

Penisola calcidica - andare a mare in Grecia
Penisola calcidica – andare a mare in Grecia ph. www.poshbackpackers.it

Last, but not least, della mia mini-classifica: Naxos – lunghe e meravigliose distese di sabbia adatte anche alle famiglie. Trovate altri dettagli nell’articolo Cosa fare a Naxos in una settimana

Naxos - andare a mare in Grecia
Naxos – andare a mare in Grecia ph. www.poshbackpackers.it

Non sono comunque da meno le spiagge di Rodi o le spiagge del Peloponneso che ho esplorato per ora solo in parte. Vi lascio il link ad un articolo su una spiaggia con relitto, e no, non è quella di Zante: Dimitrios: Il misterioso relitto della nave a Gythio

Posso assicurarvi comunque che, secondo la mia esperienza, ovunque andrete in Grecia resterete sicuramente contenti del mare e dell’esperienza meravigliosa e rilassante che è andarci e vedrete che anche voi cederete al nescafè frapè e magari anche ai mega-gonfiabili.

Condividi l'articolo se ti è piaciuto:

5 Risposte a “Come andare a mare in Grecia, istruzioni per l’uso”

  1. Anche noi siamo follemente innamorati della Grecia e anche quest’anno stiamo pianificando di raggiungere una delle sue splendide isole!
    Ci ritroviamo moltissimo in questo articolo semi-serio sulle istruzioni basilari per organizzare un viaggio in terra ellenica!!!

  2. Bella e divertente questa guida sulle spiagge della Grecia! Io però vorrei i gonfiabili giganti dei greci, probabilmente uno me lo comprerei ahah magari un unicorno o un cigno
    Lettini e ombrellone sono davvero economici rispetto ai prezzi che abbiamo noi in Italia

    1. Si, non c’è assolutamente paragone con i prezzi italiani (soprattutto quelli di agosto). Io infatti in Puglia vado rigorosamente di spiaggia libera e ombrellone portato da casa 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.